Bambini mancini si nasce, la dominanza si sviluppa in utero 

di Fabiana Commenta

Mancini si nasce o si diventa? Mancini si nasce e la dominanza manuale viene sviluppata dal bambino nel corso della gravidanza. Recenti studi confermano che la dominanza manuale vien definita intorno alla diciottesima settimana di gravidanza. 

Essere mancini, quando prevale lo sviluppo dell’emisfero destro 

Essere mancini rappresenta una caratteristica benigna che non va assolutamente corretta come accadeva spesso in passato. 

Essere mancini veniva infatti visto con un certo tanto da correggere il naturale sviluppo motorio del bambino. Adesso non è più così: nei mancini prevale l’emisfero destro, ma è una tendenza naturale che si manifesta a partire dai 3 anni in su quando il bambino comincia a usare la mano ‘naturale’ e non solo per la scrittura ma anche per afferrare gli oggetti. 

I vantaggi dell’essere mancini

Una recente ricerca inglese pubblicata sulla rivista medica Nature Neuroscience ha dimostrato che i mancini sono sicuramente più portati, dal punto di vista neurologico, per la comunicazione e un recente studio condotto dalla Sissa (Scuola internazionale superiore studi avanzati) di Trieste realizzato in  l’Università di Padova, ha dimostrato che il mancinismo si definisce ciò nel corso della vita intrauterina.

Lo studio dei movimenti dettagli dell’ecografia 4D, ha consentito ai medici di poter riconoscere in anticipo la preferenza motoria che il bambino dimostrava in pancia e poi negli stessi bambini dai 9 anni in su. insomma, mancini si nasce: a partire dalla diciottesima settimana, i feti cominciano a muovere con maggiore frequenza la mano che diventerà la mano dominante e i movimenti dello stesso arto sono più rapidi.

La Giornata mondiale dei mancini del 13 agosto 

A ribadire l’orgoglio dell’essere mancini è stata istituita nel 1992 la Giornata mondiale dei mancini ad opera del Lefthanders International Club. 

Si tratta di una festa-ricorrenza che nel corso degli anni ha visto la condivisione di pregi e difetti dell’uso della mano sinistra da parte di quel 10-15% della popolazione mondiale che è mancino. 

Nonostante essere mancini sia stato attualmente “sdoganato” è anche vero che il mondo per i mancini è sempre difficile: la maggior parte degli oggetti viene pensata per i destrimani (dai quaderni con gli anelli alle forbici fino alla chitarra). 

Ma non mancano tanti mancini illustri: qualche esempio?

Aristotele, Leonardo da Vinci, Michelangelo, almeno come scultore, era mancino, Napoleone, Marilyn Monroe, Rafael Nadal, John McEnroe, Maradona, Leo Messi.