leonardo.it

Poesie per bambini: Il racconto delle stelle di Ferri

 
Chiara R
23 gennaio 2011
Commenta

Ricche di magia e di significato le poesie sono un ottimo strumento per stuzzicare la fantasia e la memoria dei bambini, sia grandi che piccoli. Le poesie, inoltre, creano un’occasione in più per passare del tempo prezioso con i propri bambini. Oggi, care mamme, ho scelto di farvi conoscere una bella poesia di Carla Ferri tratta dalla sua opera Il bosco magico.

Il racconto delle stelle

Avvolto nella notte del gran velo
me ne andavo una volta lassu’ nel cielo.
Occhieggiavan le stelle tutt’intorno
e scintillava il cielo così adorno.
Mi parve di sentire un chiaccherio,
come di lieta fonte il chioccolio;
curioso di sentir rimasi zitto:
eran le stelle che parlavan fitto!
Ognuna, giù, la terra contemplava
ciò che vedeva all’altre raccontava.
“Sento laggiù un pigolio leggero:
è un uccellin che teme il bosco nero!”
“Urla l’alta montagna e par che pianga
con l’immenso fragor della valanga”
“Suona con gaie note un organino,
sento il pianto leggero di un bambino;
un sogno l’ha svegliato certamente;
lo culla ora la mamma dolcemente;
non odi scricchiolar piano la culla?”
“E tu stellina dì, che vedi?” “Nulla!”
“Nulla??? Sotto di te non vedi niente???”
“C’è solo il mar, che ondeggia eternamente,
che va e vien sempre col suo moto lieve”.

“Io, invece, vedo candida la neve!
che ricopre dei monti l’alte vette”
“Odo gridar nel bosco le civette!
E si ripete il loro grido acuto.”
“Sento gridare un topo “Aiuto! aiuto!”:
egli è finito in bocca ad un grosso gatto
che in un bocconcino solo se l’è fatto!”
“Da quel paese giungon quassù… senti???
dei rintocchi leggeri, lenti lenti;
una campana annuncia un’agonia:
qualcuno muore nella notte pia.”
“Tutt’intorno c’è pace sulla terra!”
“Pace? Che dici… Ma laggiù c’è la guerra!!!
Odo il rombo tremendo del cannone”
“Ed io il ruggito fiero del leone
che fa tremar le bestie per terrore!”
“Io sento invece cantici d’amore
“Chi c’è laggiù di tanto risplendente?”
“E’ un lume che rischiara uno studente
che studia, chino sui suoi gran libroni.”
“Cantano invece là gaie canzoni!”

Taccion le stelle che il cielo rinserra
e s’addormenta pian piano tutta la terra.
Disse una stella a un’altra dopo un po’:
“Odi qualcosa tu?” e l’altra “No,
nessuna voce” disse “s’ode più
degli esseri che vivono laggiu’”
“Dormon le fiere della caccia stanche”
“Dormono i monti dalle cime bianche”
“Dorme il sorcetto” “Dorme l’uccellino”
“Dorme nella sua culla, anche il bambino”
“Tacciono i canti, tace anche la guerra”
“Dormono tutti, ormai, là sulla terra!”
“Brilla ancora però quel lume chiaro
alla finestra, là, dello scolaro!”
“Ma il lume resta acceso inutilmente,
unica luce nelle case spente:
anch’egli ha reclinato il capo stanco,
addormentato su quel foglio bianco.”
“Dormono tutti, è pace ovunque ormai!”
“No, veglia il mare che non dorme mai,
l’insonne mar va e viene eternamente.”

Parlan le stelle ormai sommessamente;
taccion alfin, vegliate dalla luna,
e chiudon piano gli occhi ad una a una.
E mentre cadon nel dolce sapore
impallidisce il loro gaio splendore,
finchè son vinte da un sonno profondo,
quando l’aurora già rischiara il mondo.
Anche se in terra ancora tutto tace
sta per finir la notte e la sua pace!!!!

Articoli Correlati
YARPP
Letterina di Natale al papà, poesie

Letterina di Natale al papà, poesie

Il nostro Natale è legato a numerose tradizioni che contribuiscono a creare una magica atmosfera e ad allietare le feste a grandi e piccini. Un tradizione natalizia che adoro e […]

E le stelle stanno a guardare: Genova, sabato 27 agosto 2011

E le stelle stanno a guardare: Genova, sabato 27 agosto 2011

Sabato 27 agosto 2011 La città dei bambini e dei ragazzi e il mondo AcquarioVillage di Genova propongono una nuova esperienza edutainment dedicata alle stelle pensata per i bambini dai […]

Poesie per bambini, Acqua e sapone di G. Soli

Poesie per bambini, Acqua e sapone di G. Soli

La cura e l’igiene personale sono molto importanti, fin da piccoli. I genitori, quindi, devono insegnare ai propri bambini i gesti principali per una corretta igiene: lavarsi spesso le mani, […]

Poesie di Natale, Le ciaramelle di Giovanni Pascoli

Poesie di Natale, Le ciaramelle di Giovanni Pascoli

Le ciaramelle sono degli strumenti musicali popolari aerofoni molto simili agli oboi. Diffusa in tutto il centro-sud Italia, la ciaramella viene suonata quasi sempre assieme alla zampogna, soprattutto nell’ambito pastorale […]

Poesie di natale, Lo zampognaro di Gianni Rodari

Poesie di natale, Lo zampognaro di Gianni Rodari

Le poesie di natale recano sempre messaggi di pace e serenità. Quando sono i bambini a recitarle, con le loro vocine dolci e i loro occhioni che brillano di gioia, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento