Pasqua, tre poesie per i bambini

di Fabiana Commenta

Siamo agli sgoccioli: Pasqua è praticamente arrivata e restano poche ore a disposizione per poter preparare anche un biglietto di auguri da leggere in occasione della tradizionale colazione di Pasqua a base di uova di cioccolata e naturalmente colomba.

pasqua, poesie

Vediamo tre poesie da scrivere nei bigliettini. Proponiamo L’ulivo benedetto di Giovanni Pascoli, Il pulcino marziano e Dopo la pioggia di Gianni Rodari e una facilissima filastrocca in inglese. 

L’ulivo benedetto di Giovanni Pascoli

Oh, i bei rami d’ulivo! chi ne vuole?
Son benedetti, li ha baciati il sole.
In queste foglioline tenerelle
vi sono scritte tante cose belle.
Sull’uscio, alla finestra, accanto al letto
metteteci l’ulivo benedetto!
Come la luce e le stelle serene:
un po’ di pace ci fa tanto bene.

 

PASQUA, TRE POESIE D’AUTORE PER I BAMBINI

Pulcino Marziano di Gianni Rodari

Ho visto a Pasqua,
sbarcare dall’uovo di cioccolato
un pulcino marziano,
di certo il comandante
di quell’uovo volante
di zucchero e cacao.
Con la zampina ha fatto: Ciao.
E il gatto per la sorpresa,
non ha neanche fatto: Miao.

Dopo la pioggia di Gianni Rodari

Dopo la pioggia viene il sereno,
brilla in cielo l’arcobaleno:
è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa, festeggiato.
E’ bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu.
Però lo si vede – questo è il male
soltanto dopo il temporale.

Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo per niente?
Un arcobaleno senza tempesta,
questa sì che sarebbe una festa.
Sarebbe una festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra

 

Filastrocca inglese di Pasqua

Easter day, Easter day
bring me good luck!
Good luck to mummy and daddy!
Good luck to you and me!
Good luck to everyone I see!

 

photo credits | thinkstock