Mangiare placenta dopo il parto, una moda inutile

di Fabiana Commenta

Spopola già da qualche tempo a questa parte all’estero, ma sembra proprio che mangiare la placenta dopo il parto non sia affatto benefico quanto si possa credere.

La tendenza, tanto da trasformarsi in una moda, nasce nei paesi industriali, come Stati Uniti, ma anche Australia e in Europa, Regno Unito, Francia, Germania lanciata da vip e celebrities che hanno sempre gridato al miracolo parlando dei magnifici effetti della placenta.

gravidanza, placenta

Assunta sotto forma di pillola dopo il parto, avrebbe in realtà un effetto veramente minimo o nullo sull’umore postpartum, sul legame materno o sull’affaticamento.

Insomma a smentire gli effetti miracolosi che derivano dal mangiare la tanto decantanti anche dalle sorelle Kardashian, è un nuovo studio dell‘Università Nevada di Las Vegas pubblicato sulla rivista Women and Birth.

Lo studio ha preso in considerazione 12 donne che hanno assunto capsule di placenta e 15 che hanno assunto pillole placebo nelle settimane successive al parto per cercare di individuare benefici per la salute tra cui l’eliminazione della dei “baby blues” post-partum e la depressione delle neo-mamme.

PLACENTA SOTTILE E INSUFFICIENZA CARDIACA, IL LEGAME

Nulla di vero: se i sostenitori della pratica in questione sostengono che in natura la placentofagia materna è comune nei mammiferi e perciò dovrebbe offrire gli stessi benefici alle donne, lo studio smentisce queste ipotesi.

YOGA IN GRAVIDANZA CONTRO LA DEPRESSIONE

Il lavoro del gruppo di ricerca ha mostrato che assumere capsule di placenta produceva minimi, ma irrilevanti cambiamenti nelle concentrazioni ormonali delle madri arrivando a convalidare quanto riportato nello studio dello scorso anno smentendo che l’assunzione di placenta potesse essere considerata come una fonte valida di ferro.

 

photo credits | think stock