Bambini, sì alla musica classica stop a radio e tv

di Fabiana Commenta

La musica classica? Un vero toccasana per i bambini che insegna loro a vivere pienamente la loro emotività: questo è quanto è alla base del metodo didattico Gordon, insegnato da Andrea Apostoli, Presidente Aigam, associazione italiana Gordon per l’apprendimento musicale nonché, responsabile dei concerti per bambini dei Berliner Philharmoniker, Wiener Symphoniker e Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che nel suo libro, I segreti degli strumenti musicali (pubblicato da Curci Young editore) spiega l’importanza della musica classica per i bambini. Musica bambini, musica classica

Il primo passo è di dimenticare di associare la musica all’intrattenimento o alle storie da raccontare: la musica va ascoltata senza distrazioni di sorta. Il bambino deve essere messo in grado di ascoltare la musica in un ambiente tranquillo e senza confusione intorno anche mentre gioca. 

La musica non è un tunf-tunf o un sottofondo e non è didascalica, può toccare le emozioni e coinvolgere totalmente i bambini fin dalla nascita. I piccoli rimangono meravigliati di fronte alle mille risorse celate, ad esempio, dietro e dentro un violino, o un’arpa o un contrabbasso o un flauto. Gli strumenti musicali sono pieni di segreti che ai piccoli piace scoprire. Oggi i ragazzi hanno poco tempo per nutrire le emozioni, vivono di corsa quanto noi adulti, hanno mille impegni. Ai piccoli perciò, piuttosto che fargli ascoltare le canzoncine o quello che passa la radio, fategli ascoltare la musica d’arte. Scegliete la musica d’arte, da quella da concerto a quella da camera. Dal jazz alla classica, anche la popolare va bene. Spegnete la tv e la radio. 

 

MUSICA, FAVORISCE LE CAPACITA’ LINGUISSTICHE DEI BAMBINI

Spiega Apostoli che ricorda come la musica sia un linguaggio estremamente complesso che deve essere insegnata fin da piccoli, meglio ancora se da neonati: l’importante è stare immersi nella musica magari per stimolare successivamente la curiosità per scegliere uno strumento da suonare.  

 

photo credits | thinkstock