Baf, buono di assistenza familiare a Milano: come richiederlo

di Fabiana Commenta

Arriva nella città di Milano come parte integrante della politica welfare, il Buono Assistenza Familiare (BAF) per aiutare i cittadini a sostenere le spese della famiglia. 

voucher babysitting, mamma, Fondo Credito Nuovi Nati,

Il Buono Assistenza Familiare consiste in un intervento economico che viene destinato al supporto del pagamento di un assistente personale, badante o baby sitter che dovrà essere chiaramente assunto secondo la legge e che ha valore una tantum di 1500 euro.

Quali sono i requisiti per richiedere il contributo? È necessario ovviamente essere residenti nella città di Milano e avere un Isee familiare compreso fino a 16.954,95 euro

Per presentare la domanda è necessario anche provare, tramite apposita documentazione che l’assistente familiare abbia un contratto in regola per almeno 15 ore settimanali, attraverso MAV e contributi Inps che dovranno essere presentati al momento della richiesta.

È necessario che le spese della badante vadano a coprire l’assistenza di una persona anziana di più di 60 anni di età e che non sia ricoverata in via definitiva all’interno di una residenza dimostrando aver necessità dell’assistenza in casa.

Nel caso in cui il Baf sia richiesto per le spese della tata o della baby sitter, è necessario che il bambino non abbia più di 8 anni.

Il contributo previsto dal Buono di assistenza famigliare è pari a 1.500 euro, una tantum, che saranno liquidati in un’unica tranche attraverso la liquidazione nell’anno 2017 a settembre e a dicembre e la liquidazione nell’anno 2018 a giugno e dicembre.

La richiesta di contributo deve essere presentata presso lo Sportello CuraMi-WeMi presso il Pio Albergo Trivulzio, in via Trivulzio 15 (via Bezzi 10 ingresso con parcheggio per autoveicoli) in un lasso di tempo compreso fra il 1 gennaio e il 30 settembre, dal lunedì e venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 11.30, il mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00. È consigliato fissare un appuntamento telefonando ai numeri 02 40297643 / 7644.

La graduatoria avrà validità fino al 31 dicembre di ogni anno e i contributi saranno concessi sino ad esaurimento del budget assegnato.

Per poter accedere al contributo nell’anno successivo tutti gli interessati dovranno ripresentare nuovamente la domanda.

Per ricevere ulteriori informazioni è possibile scrivere a [email protected], info su wemi.milano.it

photo credits | thinkstock