Allergie, come difendere i bambini

di Fabiana Commenta

Continua a salire considerevolmente il numero dei bambini allergici: secondo i dati riportati dalla Società Italiana di Allergia e Immunologia Pediatrica in Congresso a Firenze, circa il 30% della popolazione sotto i 14 anni soffre per la presenza dei pollini che sono aumentati più del 40% a causa del surriscaldamento della Terra.

allergia

Circa il 10% dei pazienti soffre di asma bronchiale (che si riconosce dal respiro faticoso e sibilante)e che viene associata e scatenata da allergie, mentre circa il 20% soffre di rinite allergica (che è un’infiammazione della mucosa nasale che causa prurito, starnuti, scolo nasale acquoso e sensazione di naso chiuso).

Il 10% dei bambini soffre di dermatite atopica (malattia infiammatoria della pelle che ha andamento cronico-ricorrente e si caratterizza per l’infiammazione molto pruriginosa). I sintomi poi tendono a peggiorare dato che la pollinazione per molte specie è anticipata di circa un mese anche a causa degli inquinanti ambientali e in particolare delle polveri sottili che possono facilmente scatenare dei sintomi a carico dell’apparato respiratorio di tipo acuto o di tipo cronico. E se non esistono rimedi o panacee per sottrarsi a pollini ed allergie, è anche vero che è possibile seguire qualche piccolo accorgimento anche per i bambini.

ALLERGIA AL LATTE, COME GUARIRE?

Vanno bene gli allergici, ma è anche consigliabile evitare lo sport all’aria aperta nel periodo dei pollini per evitare che i proboemi possano riacutizzarsi. Meglio anche evitare la campagna in questo periodo e tenere finestre ben chiuse e finestrini dell’auto tirati su per venire il meno possibile a contatto con i pollini e cercare di superare al meglio il periodo.

 

photo credits | thinkstock